Strumenti personali
 

Campo nazionale in Romania

Quasi 300 scout romeni e svizzeri hanno partecipato nel 2006 al campo nazionale romeno a Baltea Neagra.

Situazione di partenza

Antefatto

L'associazione degli scout romeni (Asociatia Ghidelor si Ghizilor din Romania - AGGR) è stata fondata nel marzo del 1991, poco dopo la fine del regime comunista. Oggi annovera circa 800 membri, ragazze e ragazzi. Dal 1995 il Movimento Scout Svizzero (MSS) ha contatti con l'associazione romena AGGR: ne è nata una cooperazione ufficiale stabilita anche in un contratto di partenariato. Da parte dell'MSS è stato istituito il gruppo di progetto Romania responsabile della collaborazione. Nei primi anni della cooperazione, tema centrale era la costruzione dello scoutismo romeno, ora l'obiettivo principale è lo scambio internazionale tra le due associazioni. Per il 15esimo dell'associazione, AGGR ha voluto organizzare un campo federale - un campo al quale sono stati invitati tutti i membri e alcuni ospiti internazionali. Nel 2004 sentimmo per la prima volta quest'idea (gruppo di progetto Romania dell'MSS) e abbiamo assicurato (se richiesto) la nostra consulenza e (se possibile) il nostro aiuto finanziario.

Finanze

Nell'ambito delle consuete attività di cooperazione, il gruppo di progetto Romania dell'MSS era informato del budget e dei conteggi annuali di AGGR poiché soprattutto nei primi anni una parte del budget annuale era stato finanziato tramite l'MSS dal credito per la gioventù orientale della direzione per lo sviluppo e la collaborazione (DSC). Pertanto il gruppo di progetto era coinvolto fin dall'inizio nella pianificazione finanziaria del campo federale 2006 e presto si è potuto vedere che un campo ben organizzato comprendeva costi elevati anche in Romania. Ciò avrebbe reso impossibile a una gran parte dei membri dell'AGGR la partecipazione, poiché la quota pianficata per il campo ammontava inizialmente alla metà di uno stipendio mensile di un insegnante. Inoltre emerse che gli scout in Romania non beneficiano, come gli scout svizzeri, di un sostegno da parte di istituzioni statali e della notorietà pubblica e che non possono approfittare di sostegni privati. Era quindi chiaro che un supporto finanziario da parte della Svizzera rappresentava una premessa indispensabile per il progetto campo federale 2006.

Preparativi

Preparativi in Romania

I preparativi in Romania iniziarono nel 2005. Si formò un team di nove persone per l'organizzazione dell'interno campo. Contrariamente agli altri campi estivi in Romania che solitamente non sono annunciati con più di due mesi di anticipo, già nell'assemblea dei dlegati dell'autuno del 2005 venne pubblicizzato il campo. Si trattava soprattutto di entusiasmare dell'idea i gruppi refrattari al campo. Anche gli ospiti internazionali dovevano essere motivati e nell'autunno 2005 anche noi ricevemmo un annuncio ufficiale. Infine venne cercato il posto per il campo, si stabilì un tema, vennero organizzati il programma e l'infrastruttura. Soprattuto nei contatti con privati, ditte e organizzazioni statali come ad es. i militari (per una richiesta se potevano essere fornite delle tende) erano molto deprimente il fatto che i romeni non conoscevano gli scout come organizzazione giovanile. La programmazione si svolse bene, soprattutto nelle ultime settimane prima del campo si riuscì a colmare numerose lacune.

Contatti con la Svizzera

Già dalla prima idea del campo federale 2006 era coinvolto il gruppo di progetto Romania dell'MSS. Da un lato come paese che invia una propria delegazione di partecipanti ma soprattutto come partner pluriennale. Regolarmente si tenevano contatti telefonici e scambi e-mail. Un requisito del gruppo di progetto era tuttavia il fatto che si doveva trattare di un campo romeno che non doveva essere troppo influenzato dalla Svizzera se il gruppo di progetto aveva altre idee. Simili discussioni hanno richiesto una gran parte del tempo delle riunioni dell'equipe Romania nell'anno precedente il campo.

Preparativi in Svizzera

Con volantini nella corrispondenza ai responsabili di sezione dell'MSS ma anche tramite contatti personali, il gruppo di progetto cercava già nell'estate del 2005 delle sezioni interessate a un campo in Romania. Parallelamente cercava anche persone più aziane desiderose di partecipare come aiutanti. Il 20 novembre 2005 ha avuto luogo a Berna una giornata informativa per monitori interessati. In seguito si annunciarono tre sezioni dell'Argovia, una di Délémont e sei aiutanti. Ciascun gruppo è stato assistito da un membro dell'equipe presente anche nelle serate per i genitori e talvolta alle riunioni. Anche per gli aiutanti c'era una persona di contatto. In un successivo incontro in primavera 2006 sono stati decisi alcuni preparativi e si è stati informati più precisamente sulla nazione e il campo.

 

Campo

Infrastruttura

Il campeggio si è tenuto a Baltea Neagra, a circa una mezz'ora di auto dall'aeroporto di Bucarest Otopeni in una regione già molto periferica. Il campo si trovava al margine di un bosco, delimitato lateralmente da piccole paludi. Ogni sottocampo disponeva di un lussuoso focolare con tavoli costruiti dagli scout. naturalmente c'erano docce e una lavanderia per il cui approvvigionamento si è cercato appositamente una fonte sotterranea. Inoltre erano disponibili dieci ecotoilette. Gli alimenti venivano comperati in parte sul posto, in parte froniti dal supermercato Carrefour. Sul campo era presente una ‚International Tent’, nella quale avvenivano le presentazioni dei singoli gruppi, un piccolo chiosco per bevande, souvenir e dolciumi, un palco e divese tende per il materiale e l'organizzazione. All'entrata del campo venne allestita una torre con un portone.

Partecipanti

Hanno partecipato circa 150 persone provenienti dalle diverse regioni della Romania (vedi carta). Da Bucarest è giunto un gruppo con 9 bambini di un orfanotrofio. Questi partecipanti hanno esonerato completamente il campo dalla responsabilità principale. Da Barlad si è presentato un gruppo che aveva come membri anche bambini sieropositivi che potevano essere scout. Dalla Svizzera parteciparono circa 120 persone: dall'Argovia le sezioni Sodales, Heitersberg e Hallwyl con complessivamente 87 persone, nonché la sezione ‚Notre-Dame de la Route’ di Délémont con 13 partecipanti. Gli aiutanti erano scout di Winterthur, Berna, Friburgo e del gruppo di progetto parteciparono persone di Winterthur, Lucerna, Losanna, Baden e Basilea. Inoltre un membro della direzione dell'associazione MSS ha visitato il campo per tre giorni. Una piccola delgazione di cinque persone è giunta dalla Germania. Originariamente erano attesi 500 partecipanti, 350 dei quali dalla Romania. Diversi motivi hanno portato a una partecipazione romena ridotta: in questa ancora giovane associazione scout il campo estivo non ha ancora una tradizione e una partecipazione risulta inusuale. La comunicazione che il contributo per il campo è stato notevolmente ridotto grazie alle donazioni svizzere è giunta agli scout attivi troppo tardi. Per alcuni era inoltre difficile avere una settimana libera. Molto incoraggiante è stata anche la visita di una piccola delegazione dell'ambasciata svizzera a Bucarest, informata già da tempo della nostra collaborazione.

Programma

I partecipanti con i loro monitori vennero suddivisi in cinque sottocampi con scout svizzeri e romeni. Il programma era strutturato in modo che i sottocampi avessero la medesima struttura giornaliera che poteva tuttavia essere ulteriormente suddivisa in diversi atelier o moduli. Il programma allegato in appendice funge da panoramica.

Arts

Poiché le sette muse dell'arte diedero il tema al campo, queste hanno assunto un ruolo importante nel programma. Con „Arts“ i bambini hanno potuto scegliere tra diverse offerte relative ai vari temi artistici. Si è ballato, si sono costruiti strumenti con i materiali trovati, sono state realizzate maschere in gesso, si è cantato, recitato e molto altro. I gruppi erano piccoli, ben strutturati e internazionali consenendo così un buon contatto.

Crafts, Adventure, Service to the Community

In questi settori i bambini hanno partecipato alle attività in gruppi più grandi (30-40 persone). In un modulo si sono occupati delle esigenze dei bambini e hanno cercato di esprimere i loro bisogni. Nel modulo Adventure si trattava di compiere il più velocemente possibile un percorso attraverso il bosco con ponti sospesi e altri ostacoli. Nel pomeriggio „Service to the Community“ un bosco limitrofo è stato pulito dai rifiuti, lasciando un'impressione duratura in tutti i partecipanti - è auspicabile che in futuro trattino bene la natura.

Escursione

Con un bus ci si è recati alla vicina Bucarest. Lì si è visitato l'impressionante palazzo del parlamento con un una guida - si tratta del secondo edificio più grande al mondo, costruito in base alle manie di grandezza di Ceausescu. Più tardi i bambini andarono al  Village Museum, una specie di Ballenberg, nel quale si possono vedere gli edifici delle diverse regioni. In questo museo simile a un parco si è svolto il picknick.

Joc Mare

"Joc Mare“ significa grande gioco - e lo è anche stato. Si trattava di un gioco di cinque ore (gioco di programmazione nel quale strategia e movimento hanno rivestito un ruolo importante) al quale hanno partecipato tutti i partecipanti suddivisi in gruppi. Questa difficoltà organizzativa è stata risolta magistralmente dai monitori romeni: il gioco è stato molto divertente.

Sport

Giornalmente c'era una porzione di sport anche perché i gruppi svizzeri potessero soddisfare i requisiti del programma per l'incentivo dello sport della confederazione "Gioventù e sport" ricevendo un contributo. Contrariamente al programma allegato queste attività non si svolsero il pomeriggio ma sono state spostate al mattino a causa del grande caldo. Si è giocato, fatto ginnastica ed è addirittura stata offerta una breve introduzione in un'arte marziale asiatica.

Romanian Day

In questa giornata il paese ospite era al centro dell'attenzione. Si è potuto conoscerne l'artigianato, le tradizioni e i giochi. Il culmine è stato il tradizionale pasto romeno della sera.

International Day

Questa giornata è stata programmata e svolta degli aiutanti svizzeri e dall'equipe della Romania. Il quadro della giornata era composto da un'opera teatrale con Heidi, GuglielmoTell, Walterli e Gessler. Nel frattempo i bambini dovevano risolvere alcune postazioni per aiutare Tell, Walterli e Heidi. Queste comprendevano una staffetta con gli sci, quiz sulla Svizzera, lancio della pietra di Unspunnen, swing, quiz, canto di  „Vogulisi“. Come ringraziamento Heidi e Co. hanno offerto alla fine una degustazione di fondue e cioccolata. 


Atmosfera

Nel campo, l'atmosfera era eccellente. La comunicazione tra organizzatori e partecipanti si è svolta (dopo alcune difficoltà iniziali) bene, in caso di incertezze dei gruppi svizzeri spesso mediavano i membri del gruppo di progetto. Per molti bambini romeni era il primo campo scout, per tutti il primo di questa dimensione. Per la maggior parte dei bambini svizzeri era il primo viaggio in un paese dalla cultura diversa. La maggior parte dei partecipanti ha potuto sperimentare per la prima volta un campo internazionale e stringere amicizie con coetanei di altri paesi. Hanno portato a casa nuove impressioni e sicuramente hanno potuto abbattere anche alcuni pregiudizi.

Valutazione

Il gruppo di progetto dell'MSS è molto soddisfatto e ha soprattutto un'ottima impressione di questo campo. Tutto si è svolto senza intoppi, l'associazione romena ha mostrato di saper organizzare anche i grandi progetti nel dettaglio. Ciò sicuramente anche grazie alla cooperazione pluriennale con il Movimento Scout Svizzero. Ancora tre anni fa l'associazione romena non sarebbe stata in grado di svolgere un campo di questa dimensione. Non ci sono stati imprevisti, i membri del gruppo di progetto non hanno mai sentito la necessità di dover intervenire. È stato veramente sorprendente vedere lo sviluppo dell'associazione scout AGGR – anche per la direzione dell'associazione romena, che può interpretare questo successo come conferma di quanto fatto e come motivazione per il lavoro futuro.

Movimento Scout Svizzero

Speichergasse 31
3011 Bern

Tel. +41 31 328 05 45

info@msds.ch

Segretariato generale di
Movimento Scout Svizzero


Movimento Scout Svizzero (MSS)
Speichergasse 31
3011 Bern   (pianta)

Tel.: +41 31 328 05 45  (numeri di telefono dei collaboratori di segretariato generale)
Fax: +41 31 328 05 49

info@pbs.ch


orario




In caso di crisi: Helpline Scout

Tel.: 0800 22 36 39
(dall’estero: +41 44 655 12 80)

365 giorni all'anno, 24 ore su 24