Strumenti personali
 

Retroscena

Perché è stato elaborato un nuovo Profilo dello Scoutismo e quali novità comporta? Qui trovate le risposte in merito.

Chiarimento sulla terminologia

In relazione al nuovo Profilo dello Scoutismo utilizziamo alcuni termini tecnici che necessitano di una breve spiegazione.

  • Profilo dello scoutismo: è un documento nuovo. Contiene tutti i fondamenti pedagogici del Movimento Scout Svizzero.
  • Struttura delle branche: è una parte del Profilo dello scoutismo. Suddivide il Movimento Scout in 5 fasce d’età (secondo le esigenze delle fasce d’età).
  • Profili delle branche: sono una parte del Profilo dello scoutismo. Per ogni fascia d’età c’è un profilo che spiega l’applicazione dei fondamenti nella relativa branca ed indica gli obiettivi ed il metodo di lavoro (basato sullo stato di sviluppo dei bambini, giovani e giovani adulti). I profili delle branche danno indicazioni per l’allestimento del programma d’attività.

Origine e storia del profilo dello scoutismo

La base per la rielaborazione del modello delle branche e dei profili di branca è una conseguenza del progetto “Sviluppo dei membri”, che ha evidenziato due tendenze:

  • molti esploratori di 14 – 15 anni lasciano lo scoutismo perché l’attività non corrisponde più alle loro esigenze e la visione della loro futura funzione nello scoutismo non li motiva a restare
  • negli scout entrano bambini in età sempre più giovane, con la conseguenza che le sezioni hanno lupetti in età prescolastica e per riuscire a gestirli devono aprire una branca supplementare.

Durante la discussione per una nuova struttura delle branche, si è presto giunti alla conclusione che nel caso di un cambiamento sarebbe stato necessario adattare i contenuti dei profili di branca. E così è stato. Alla prima conferenza federale 2009 (ConF I/09) è stato accettato la struttura delle branche rielaborata (suddivisione nelle cinque fasce d’età), durante la ConF  I/10 i profili delle branche rielaborati (obiettivi e metodo di lavoro nelle singole branche) sono stati accettati, così come il nuovo profilo dello scoutismo (fondamenti pedagogici), che li ingloba.

Novità

Vi sono delle novità nel profilo dello scoutismo, sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista del contenuto. Il cambiamento che incide maggiormente sulle sezioni è la nuova struttura delle branche. La nuova struttura offre diversi modi d’interpretazione. Da ciò risulta che ogni sezione deve decidere quale modello si presta meglio alle proprie esigenze. Sono tuttavia chiare le seguenti condizioni quadro:

  • Denominazione delle branche: termini invece di numeri (branca castori, branca lupetti, ecc., e non prima, seconda, ecc., branca). 
  • Introduzione delle branca castori (5 – 6 anni) (vedi foglio informativo branca castori)
  • Inizio della branca lupetti a 6 anni per le sezioni senza branca castori. Questa possibilità anticipa poi di un anno (rispetto alla consuetudine attuale) il passaggio nella branca esploratori (tra la IV e la V elementare).
  • Per la branca lupetti e esploratori la durata massima è di quattro anni. Ciò significa che il passaggio da lupetti a esploratori piò venire fra la IV e la V elementare (inizio lupetti a 6 anni) o fra la V elementare e la I media (se inizio lupetti a 7 anni), mentre il passaggio fra esploratori e pionieri avviene, di conseguenza, fra la III e la IV media o alla fine della IV media.
  • Entrata nella branca rover a 17 anni, ciò significa che la branca pionieri dura 2 o 3 anni, a dipendenza dalla situazione scelta (vedi foglio informativo branca pionieri).
    struttura-delle-brance

Vantaggi del nuovo profilo dello scoutismo

I vantaggi di cinque branche anziché quattro

  • La conduzione di una branca si semplifica, perché…

…sarà più facile offrire un programma adatto ai bisogni, dato che le differenze d’età all’interno di una branca sono più piccole, per cui le esigenze dei membri saranno più simili.  

…gruppi più piccoli sono più facili da gestire.

  • Il rischio di perdere attivi si riduce, perché…

…il programma è più adatto ai singoli bambini e giovani. 

…il cambio da una branca all’altra porta aria nuova e cambiamento.

  • L’obiettivo del movimento scout (lo sviluppo globale dell’individuo) può essere raggiunto più facilmente, perché i bambini e i giovani possono essere accompagnati nel loro sviluppo in modo più mirato, dato che le capacità all’interno di una branca sono più simili.

 

Vantaggi di una branca castori

  • Per le sezioni che hanno un numero sufficiente di animatori, la branca castori è un’opportunità per offrire un programma adatto ai bambini in età prescolastica.
  • La branca castori impedisce di avere una differenza d’età troppo grande nella branca lupetti.

 

Vantaggi di una branca pionieri

  • Una branca pionieri riduce il pericolo di perdere attivi e si contrappone alla carenza di animatori nel futuro, perché…

…permette delle attività organizzate autonomamente, esperienze in gruppo con coetanei, di essere membro di un gruppo affiatato e corrisponde alla necessità dei giovani.

…la quantità, il giorno della settimana e il tipo di attività possono essere definiti in modo flessibile per adattarsi alle disponibilità dei pionieri in base alla loro situazione d’apprendistato o di studio.

…offre ai pionieri, in fase di transizione dalla vita da giovane al mondo degli adulti e durante la ricerca di una loro identità, un ambiente dove possono fare delle esperienze sulla base dei loro bisogni. I pionieri ottengono la possibilità di organizzare il loro tempo libero nella forma che preferiscono e vivono delle esperienze in un ambiente protetto, dove possono realizzare le loro idee.

  • Una branca pionieri alleggerisce la conduzione della branca esploratori, perché…

…non vi sono più i giovani più grandi, che disturbano il programma della branca esploratori, lamentandosi e mostrando atteggiamenti demotivanti.

…impedisce di avere una differenza d’età troppo elevata nella branca esploratori.

  • Una branca pionieri accresce le competenze e la qualità del lavoro dei futuri animatori, perché…

…i pionieri imparano a condurre dei progetti e allo stesso tempo realizzano le loro idee e desideri, mirando a un obiettivo in modo strutturato, imparando ad assumere delle responsabilità, sia per il gruppo che per se stessi.

…i pionieri ottengono la possibilità di realizzare i propri sogni e desideri, così in futuro, nel ruolo di animatori, non propongono attività orientate alla soddisfazione delle proprie esigenze, anziché quelle dei bambini.

Movimento Scout Svizzero

Speichergasse 31
3011 Bern

Tel. +41 31 328 05 45

info@msds.ch

Segretariato generale di
Movimento Scout Svizzero


Movimento Scout Svizzero (MSS)
Speichergasse 31
3011 Bern   (pianta)

Tel.: +41 31 328 05 45  (numeri di telefono dei collaboratori di segretariato generale)
Fax: +41 31 328 05 49

info@pbs.ch


orario




In caso di crisi: Helpline Scout

Tel.: 0800 22 36 39
(dall’estero: +41 44 655 12 80)

365 giorni all'anno, 24 ore su 24